feed rss Feed RSS     Newsletter Newsletter
 
 
 
Cucinare con i fiori

Cucinare con i fiori

Centouno ricette profumate

Brossura editoriale, formato cm 16x23,5, pp 144
ISBN 978-88-8068-510-4
 

Recensioni

  • Ovadaonline.alessandrianews.it
    Cucinare con i fiori
  • Novionline.net
    Cucinare con i fiori
  • Alessandria News
    Cucinare con i fiori
  • Tortonaonline.net
    Cucinare con i fiori
  • La Stampa
    Spaghetti ai garofani e insalate di rose. A tavola ditelo coi fiori
    I fiori sono belli, colorati, profumati e anche buoni. D’estate la voglia di fresche novità in cucina spinge a sperimentare, ed ecco che arrivano i piatti a base di fiori. Una mania che sembra sempre più prendere piede e se l’utilizzo più largamente diffuso è nei dolci (la pannacotta profumata di rosa o il gelato alla viola sono due tra le portate più gettonate), con i fiori si possono preparare prelibati antipasti, gustose insalate, ottimi primi e golosi secondi. Belli da vedere e buoni da mangiare è questo il motto della cucina floreale che proprio in questi giorni può rappresentare un’ottima alternativa ai soliti piatti. Presenti nella cultura gastronomica fin dall’antichità, i fiori in cucina in realtà sono un’usanza tipicamente orientale: in Giappone, per esempio, sono note le insalate di petali di crisantemi o magnolie. Tuttavia anche gli antichi parlano di portate a base di  fiori, come ad esempio Marco Gavio Apicio che agli inizi del IV secolo d.C. nel suo «De re coquinaria» suggerisce ricette con petali di rosa e fiori di maggiorana. Anche in Piemonte da sempre sono presenti piatti a base di fiori, a cominciare dalle frittelle con i fiori di zucchina che friggevano le nostre nonne. Sebbene quindi i fiori in cucina non siano proprio una novità, solo di recente sono tornati di moda portando alla riscoperta il valore di questa antica tradizione culinaria. Inoltre i fiori, come la frutta, sono uno scrigno di fibre, sali minerali e vitamine che agiscono come potenti antiossidanti contro i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento. Appena riedito da Priuli& Verlucca «Cucinare con i fiori. Centouno ricette profumate»  dell’eporediese Lina Marenghi è un prezioso aiuto per chi voglia cimentarsi con i piatti a base di fiori. Curato nella grafica (è scritto in corsivo direttamente dall’autrice che lo ha pure illustrato) offre diversi spunti curiosi: dalla frittura di tulipani agli spaghetti ai garofani, dai petti di pollo al pesco alle gustose insalate, dai pasticcini ai lillà alla marmellata di fiori d’arancio e mele, dalla sangria al trifoglio allo zucchero al gelsomino. Le indicazioni sono dettagliate e alla portata anche di chi non è proprio un cuoco stellato. Piatti a base di fiori sono presenti anche nei menù dei ristoranti. «Il problema - spiega Giulia Zota che con la sorella Aida gestisce il ristorante “Cinque Lire” di via Milano 16 - è trovare gli ingredienti. Il cuoco, Ciprian Branis, ogni tanto inserisce qualche chicca nella nostra carta, soprattutto nella stagione calda, ma dipende da quello che i nostri fornitori ci propongono. Noi cerchiamo di variare il più possibile la nostra offerta e i clienti apprezzano quando dalla cucina arrivano suggerimenti curiosi». Così se in primavera non mancano mai i fiori di zucca ripieni all’arrosto e zafferano, può capitare di trovare tra le proposte gli agnolotti ai formaggi con pesto di calendula e rose. Per quanto riguarda i dolci e i gelati, invece, i fiori che vanno per la maggiore sono la rosa e la viola. «Ultimamente - dicono da “Re Gelato”, gelateria di via Cibrario - il gusto che la clientela ci chiede maggiormente è quello alla viola. Tuttavia con l’arrivo del caldo le persone preferiscono rimanere sui classici alla frutta: fragola e limone su tutti». E quando si offrono i fiori nel piatto, la frutta finisce per diventare il giusto centrotavola che contrasta con le pietanze bucoliche. Quindi sì alle alzatine di limoni o mele che sfrattano il classico bouquet.

  • Pubblico
    Da domani in abbinamento con QN

  • Daily Media
    Libri Poligrafici insegna a "Cucinare con i fiori", da domani in edicola

  • Torino Sette
    “Cucinare con i fiori”, in un libro le 101 ricette di Lina Marenghi
    «Perché non provare qualche volta a scoprire ciò che la natura ci offre gratis? Magari facendo una passeggiata, magari scendendo in giardino. Dobbiamo imparare ad appropriarci dei valori naturali», dice Lina Marenghi che per Priuli & Verlucca ha pubblicato (e illustrato) il libro «Cucinare con i fiori, centouno ricette profumate», in distribuzione in questi giorni con La Stampa al costo di copertina di 7,90 euro più il prezzo del quotidiano. In 140 pagina troviamo molte curiosità, ma soprattutto scopriamo che è possibile cucina con i fiori dall’antipasto al dessert: dai sedani farciti alle bruschette e camomilla; dalla crescenza al geranio, alle acciughe alle pratoline. Ricchi anche i primi piatti come la minestra di girasoli, o quella di riso e malva o ancora i tagliolini e lavanda o la zuppa con il trifoglio. E di secondo? La lavanda sul barbecue o i fiori di zucca super. Per poi chiudere con la una ricca frittata dolce di iris.

  • La Stampa
    Fiori in cucina con 101 ricette
    «Cucinare con i fiori», 101 ricette profumate. È il titolo del libro di Lina Marenghi, edito da Priuli & Verlucca (144 pagine), in edicola da domani con «La Stampa» al prezzo speciale di 7,90 euro. Un modo per scoprire le grandi virtù dei fiori anche in cucina: sapori, profumi e delicati aromi con cui preparare e accompagnare piatti nuovi, originali, ma anche quelli tradizionali. Centouno ricette manoscritte e illustrate da oltre 100 disegni, tutti a colori, destinate a chi ama la natura, ma anche a chi desidera armeggiare ai fornelli.

Estratti



Si pensa abitualmente ai fiori come ornamento o come omaggio in determinate ricorrenze. Ma oltreché belli, colorati e profumati, i fiori hanno anche altre virtù: e se non avete mai pensato che potevano avere un sapore, questo libro vi aiuta a scoprirlo e, soprattutto, vi insegna a utilizzare i fiori per inventare nuovi modi di deliziare il palato.
Centouno ricette pazientemente manoscritte ed artisticamente illustrate, destinate a chi ama la natura, ma anche a chi desidera armeggiare in cucina per arricchire le proprie doti culinarie.
 
Desideri essere aggiornato sulle nostre novità editoriali?

feed rss Iscriviti al feed RSS
Newsletter Iscriviti alla Newsletter
Questo sito rispetta gli standard di accessibilità
stabiliti dal consorzio internazionale W3C
XHTML Valido
CSS Valido
Credits

base_url: https://priulieverlucca.it/© 2020 Priuli & Verlucca, editori
Scarmagno (TO)
P.Iva e Codice Fiscale: 00870160017
realizzato da Bielleweb
Dati fiscali societari
Privacy
Cookie Policy